Home  Glossario  Forum Riflessioni  Contatti  Donazioni Leggi Assoluto Scrittura Sacra

Benvenuto,

spero che questa lettura possa esserle di aiuto, come lo è stata per molti di coloro che hanno affrontato  un argomento difficile e impegnativo come questo, per scoprire lo scopo reale della vita.

Sono sicuro che se  saprà prendere spunto dal racconto delle mie esperienze potrà intraprendere il cammino e raggiungere così la Sua Realizzazione Spirituale.

Poiché ciascuno di noi ha già tracciato un cammino che dovrà percorrere per arrivare al compimento della propria opera ed è il suo, personale, unico, anche se  la meta finale è una sola per tutti, ciascuno di noi dà un interpretazione e nomi diversi ai vari aspetti della vita a seconda del periodo storico in cui si trova e alle conoscenze che ha acquisito fino a quel momento.

Confrontando le  correlazioni emotive potrà scoprire la Verità che si cela in ognuno di noi come il Segreto meglio custodito e nascosto alla mente dell’ uomo.

Per me, la divulgazione dei messaggi ricevuti e scritti sotto la dettatura di Entità Spirituali Elevate del Settimo Livello (così si presentarono), rappresenta il completamento di un cammino spirituale assolutamente sconosciuto ma pieno di scoperte che spaziano in tutti i campi dello scibile per arrivare nel più profondo del proprio Sé Assoluto.

In questo spazio, oltre a divulgare gli insegnamenti ricevuti, esporrò le mie opinioni e i miei pensieri su quello che succede nel mondo visto dalla mia ottica e certamente quello che scriverò, non sarà condiviso da tutti.

Anzi, ad alcuni potrà sembrare offensivo, ma voglio rassicurare che non è mia intenzione offendere nessuno e mi scuso se dovesse accadere, basta che mi esponga il suo rilievo, e cercherò di spiegarmi meglio.....

Mi rendo conto che sarà un lavoro arduo e impegnativo perché si tratta di fotocopiare e trascrivere le pagine di molti libri e di molte ore di registrazioni di messaggi ricevuti in trances più o meno profonde e di commenti inerenti i vari argomenti che mi sono stati svelati di volta in volta.

Queste sono le Cinque domande esistenziali che accompagnano l’ uomo per tutta la vita:

1 - Chi sono? 2 - Da dove vengo? 3 - Dove vado? 4 - Qual’ è lo scopo della mia vita? 5 - Cosa c’è dopo la Morte?

        Certo, sono domande impegnative, che normalmente vengono discusse da persone particolarmente impegnate negli  studi filosofici, teologici e psicologici in ambienti pieni di deferente impegno a seguire certi canoni della  saggezza di chi vi partecipa e che rimangono sempre senza una risposta univoca perché nessuno di  loro ha la conoscenza per esprimere un giudizio chiaro e definitivo, che solo l’ esperienza diretta può dare.

  Queste risposte si sono presentate alla mia mente, come una intuizione, svincolata da tutto, a completamento del mio Cammino Spirituale

            Infatti, partendo dall’ assioma che un Illuminato è “Colui che ha Coscienza della Propria Natura Divina” in questo sito intendo divulgare quello che considero essere il vero e unico cammino per il raggiungimento di quella che è considerata, senza alcun dubbio, da tutte le religioni e le filosofie del pianeta, la meta della vita dell’ uomo cioè il raggiungimento  della consapevolezza profonda del  "proprio io fino alla fusione nel Sè Assoluto”.

Come potete vedere sono bastate poche righe per dare un senso compiuto alle domande esposte, infatti questo primo paragrafo da una indicazione di quale è il contesto con cui dobbiamo avvicinarci a certe verità.

    Domanda 1 Chi sono? R. Come tutti gli esseri incarnati, sono un uomo alla ricerca del mio Sè, per ricongiungermi e fondermi in Lui, (può sembrare una risposta evasiva, ma non lo è perché questa esperienza può essere vissuta durante questa vita e non in un ipotetico aldilà dopo morti.

    Domanda 2 Da dove vengo? R. Vengo dal piano evolutivo originale iniziato milioni di anni fa in una evoluzione governata dalla legge della sofferenza e da cui si esce solo come Uomini Veri, (non come genere, ma come completezza nel Sè).

     Domanda 3 Dove vado? R. Sono in cammino verso la mia Realizzazione Spirituale che mi porterà a ricongiungermi e fondermi nel mio Assoluto.

       Domanda 4 Qual’ è lo scopo della mia vita? R. Purificarmi da tutte le Maschere che ho dovuto mettermi per soppravvivere durante tutte le mie rincarnazioni (più avanti spiegherò il significato e come si fa)

       Domanda 5 Cosa c’è dopo la Morte? R. La morte, intesa come abbandono del mondo fisico da parte del corpo per trasferirsi in un mondo animico, non esiste, è un’ invenzione degli uomini per tenere asserviti i loro simili con la paura del dissolvimento totale.

     Ma la vera essenza dell’ uomo è l’ Uomo Vero, che mantiene il proprio contatto con quello fisico, incarnazione dopo incarnazione fino alla riunificazione con il Sè Assoluto.

        Perciò la Morte come la intendiamo noi, è uno stato trascendente di maturazione della vita a cui si accede ineluttabilmente prima di una nuova reincarnazione.

      Tutte le religioni e le filosofie escogitate dagli uomini di potere e dai "grandi" pensatori, sin dai tempi dei tempi, si sono inventate milioni di Dei, padroni indiscutibili della vita e del fato degli uomini di cui questi ciarlatani si proclamavano e si proclamano tuttora, gli unici interlocutori per soggiogare le popolazioni e usarle come schiavi.

        Contrariamente a tutto quello che ci è stato inculcato dalle varie ideologie pseudo-spirituali, in questo cammino nessuno vi imporrà cosa dovete pensare, cosa dovete dire, e cosa dovete fare ma sarete voi, in base alle vostre esperienze di vita, in base alla legge della Coerenza e in piena autonomia a decidere se ciò che leggerete e che sperimenterete vi sarà di aiuto per crescere spiritualmente e umanamente, e sarà questa consapevolezza la vostra guida fin da subito.

        Fin dai tempi più remoti I' uomo ha cercato di conoscere se stesso, Socrate diceva : “ nosce te ipsum”, (conosci te stesso) ma non ci ha insegnato come fare, a parte “il meditare” inteso come annullare la nostra personalità e sforzarci di essere partecipi del mondo che ci circonda entrando in empatia con le persone, gli animali e le piante, ma mettendo noi stessi fuori della porta.

       Adesso considero questa pratica di meditazione, che ho praticato da giovane, senza risultati apprezzabili per quello che mi aspettavo, un autolavaggio del cervello, che non ha niente a che vedere con la Verità e che porta a uno stato di incosciente distacco dal mondo che gli hindù chiamano Samadhi, ma che le persone che la praticano, sono solo esseri che si sono persi e che non hanno più contatto con la realtà della vita.

      Attraverso molti messaggi mi è stato insegnato a cosa deve servire la meditazione e come praticarla.

       Come si fa: e qui spiego meglio la risposta alla domanda 4; per non soffrire l’ essere umano mette in pratica uno stratagemma molto semplice: quando si trova davanti ad una situazione emotiva dolorosa che non riesce a superare, si crea una “maschera di sopravvivenza”, cioè inizia a interpretare il ruolo di un personaggio completamente diverso dal suo carattere, ma che lo mette in "armonia" con il suo agire non facendolo sentire in colpa, e dovrà interpretare questo ruolo, da quel momento in poi, per poter sopravvivere e non essere sopraffatto dalla sofferenza che la sua azione gli procura e pensa che solo così può risolvere il suo problema adesso e in futuro.

      Questa sofferenza non è altro che la punizione che il Giudice Archetipo, che ognuno ha dentro di sé mette in atto contro l’ uomo per un qualcosa che l’ uomo ha fatto e che va contro gli insegnamenti e i condizionamenti che ha ricevuto, ma la sofferenza che prova è la legge che agisce per farlo evolvere "come sostengono i fautori di tutte le religioni", che l'uomo deve soffrire per far contento il suo Dio.

       Questo marchingegno funziona molto bene e l’ uomo lo adotta da tempo immemorabile in tutte le vicissitudini della vita tanto che pian piano lo ha sostituito alla propria natura reale, tanto è vero che tutti noi siamo diventati e ci manifestiamo come la somma delle nostre “maschere di sopravvivenza” e non di chi siamo realmente, infatti abbiamo perso memoria della natura della nostra origine e della nostra provenienza, cosa che dobbiamo assolutamente recuperare per poter tornare alla nostra origine divina di Uomo Vero.

       Ho passato gli ultimi anni della mia vita a valutare giorno per giorno gli avvenimenti e i miei comportamenti verso gli altri, analizzandoli sotto molteplici aspetti, per trovare la ragione vera del perché, in determinate situazioni, mi ero comportato in un certo modo anziché in un altro più congeniale alla mia indole, fino ad arrivare all’avvenimento causa e origine della sofferenza insostenibile che mi aveva obbligato a mettere quella “maschera di sopravvivenza.”

       Per praticare questo modo di meditare, dobbiamo recuperare tutti gli episodi di tanti anni prima, cercare di riviverli, e usando la maturità accumulata negli anni trascorsi mettere a confronto gli avvenimenti che ci avevano condizionato allora, con il sentire attuale e questo ci permetterà di dare il giusto valore all’ evento accaduto tanti anni prima e a liberarci dall’ angoscia assolutamente spropositata che quel fatto ci aveva creato, e quando questo succede la mente si libera da un peso enorme e la “maschera di sopravvivenza” sparisce come per incanto.

        E’ così che deve meditare chi vuole compiere il proprio cammino evolutivo, cioè colui che è interessato e vuole imparare ad evolvere in modo rapido e sicuro, come hanno potuto sperimentare sulla propria pelle tutte le persone che hanno intrapreso questa strada.

       Man mano che si va avanti in questo cammino cambia anche la visione delle cose che ci circondano, dei rapporti con le persone e degli avvenimenti che ci coinvolgono per cui volenti o nolenti dobbiamo prendere atto anche di cose che non avevamo mai preso in considerazione, ma che ci toccano da vicino.

    Per quanto riguarda le mie opinioni sulla situazione del pianeta, devo dire onestamente che sono ampiamente influenzato da ciò che mi è stato scritto e detto, infatti i giudizi sono sempre soggetti ai condizionamenti morali, sociali, economici, etici, filosofici, religiosi etc. . . di chi li esprime.

        Penso che chi seguirà i miei scritti si renderà conto che gli avvenimenti sono diversi da come ce li presentano i mass-media e cambierà opinione su molte cose.

        Infatti, man mano che la persona evolve, percepisce le cose da un piano evolutivo più sottile e meno inquinato da preconcetti e pregiudizi, e si rende conto che il mondo non è come ha sempre creduto che fosse, idealizzandolo, e forse, un modo di pensare e di valutare le persone e gli avvenimenti diverso da come siamo abituati a fare, è meno estremista e molto più integrato nella Verità della vita di questa emanazione di quanto a prima vista possa sembrare.

       Comunque, è bene che chiarisca che, mentre non ho problemi a confrontarmi con le opinioni degli altri in diversi campi, non accetto dibattiti di alcun genere per quello che è scritto sui libri, sui diari e sulle registrazioni di questo sito, perché quello che riporto è esattamente ciò che mi è stato trasmesso da Entità Spirituali Elevate del Settimo Livello, che gli avvenimenti li ho vissuti sulla mia pelle e che nessuno può contestarmi la veridicità del mio vissuto e di tutti gli avvenimenti che mi erano stati predetti e che si sono puntualmente verificati.

      Adesso, con il senno di poi, nel rileggere i primi messaggi, valuto un prezzo irrisorio, che sto ancora pagando, i decenni di sacrifici fisici e morali, che ancora persistono, e mi considero un privilegiato per aver potuto realizzare la meta sconosciuta a tutti, e che pur essendo il Segreto meglio custodito al mondo, è lo scopo di tutti gli esseri senzienti, e che si sta manifestando in tutto l' Universo.


         Dopo queste mie affermazioni viene da pensare, nella migliore delle ipotesi “questo è il solito esaltato o illuso che crede di aver trovato chissà che cosa, e la cosa migliore da fare è quella di non stare a perdere tempo e lasciarlo cuocere nel brodo della sua pazzia e cambiare sito per cercare qualcosa di più normale”.

        Avreste perfettamente ragione e all' inizio di questo cammino anch'io la pensavo così, e, prima di accettare razionalmente che mi stava succedendo qualcosa di completamente anomalo, ho cercato per ben sette anni una risposta logica e razionale agli avvenimenti che mi colpivano in modo assurdo contattando medici, psicoanalisti, studiosi del paranormale, esorcisti e guaritori senza avere alcuna risposta valida e soprattutto niente che riuscisse a cambiare la situazione che stavo vivendo.

        Fino a quando successe un fatto sul lavoro per cui dovetti arrendermi e accettare l' irrazionale, per quanto fuori di testa potesse essere, come un qualcosa di reale con cui mi dovevo confrontare senza nessun aiuto da parte di alcuno e nei 30 anni successivi ho subito questa evoluzione straordinaria.

         Ma questo è un argomento che tratterò più avanti.

      Per questo prima di emettere la sentenza di illeggibilità di questo sito dopo solo 5 minuti di lettura di queste pagine concedetemi almeno il beneficio del dubbio e continuate a leggere. Grazie!

       Buona lettura,
       Mario Cipriani

      Koapa


<<< indietro / avanti >>>

Attenzione: Copyright© 2007-2018 i contenuti e le immagini di questo sito sono di esclusiva proprietà di Cipriani Mario e tutelati dalle leggi sul copyright, dalle leggi sui diritti d'autore. E' vietata la riproduzione o distribuzione anche parziale, non autorizzata di queste pagine. Ogni uso illegittimo verrà perseguito civilmente e penalmente.